Energy tutor: il monitoraggio dei costi energetici aziendali

Scritto da Redazione on . Postato in News

Energy tutor al lavoroTra le figure che si occupano di efficienza energetica aziendale, l’energy tutor è senza dubbio una delle più richieste. Compito di un bravo energy tutor è quello di monitorare i consumi delle imprese (luce e gas ma non solo) e mettere in pratica soluzioni mirate all’ottimizzazione e al risparmio. Negli ultimi anni si sono diffusi anche dispositivi progettati per svolgere il compito di monitoraggio, con funzionalità avanzate di controllo e decisione attiva. In questo caso, tuttavia, parlare di energy tutor può risultare fuorviante, perché manca la parte strategica legata alla pianificazione di lungo periodo, fattore questo peculiare in ambito di energy management ed energy tutoring. Senza pianificazione, viene anche meno l’utilità di conoscere la situazione attuale dei consumi. I due aspetti dunque sono in stretto rapporto l’uno con l’altro e consentono di gestire al meglio le risorse energetiche con vantaggi concreti e duraturi. Vediamo come.

IL CONTRIBUTO DI UN ENERGY TUTOR PROFESSIONISTA

Avere al proprio fianco un energy tutor professionista significa poter contare sull’assistenza di un esperto qualificato in energie rinnovabili, cogenerazione, mobilità elettrica, illuminazione LED e altri ambiti ancora. Attraverso l’installazione di contatori e sottocontatori su macchinari, caldaie e utenze varie, l’energy tutor sarà in grado di tracciare un quadro dettagliato delle uscite e degli sprechi dal punto di vista dell’energia elettrica, dell’energia termica (calorie e frigorie) e dei volumi (fluidi e combustibili gassosi). A quel punto, si passa alla fase di valutazione, con lo studio delle soluzioni da intraprendere per ridurre le dispersioni e conseguire standard di efficienza energetici all’altezza delle aspettative.

Se, come nel nostro caso, l’energy tutor possiede regolare certificazione ESCo, ci・ rappresenta un’ulteriore garanzia di competenza e qualit・ del risultato. Affidarsi a una societ・ ESCo abbassa in questo senso il margine di rischio in quanto ・ per legge ・ il sistema delle ESCo prevede che il fornitore del servizio venga pagato, a seconda delle collaborazioni, grazie al margine di risparmio ottenuto. L’intera operazione diventa cos per l’azienda a costo zero, e assicura inoltre un ritorno economico definito per il periodo che segue la conclusione del pagamento. Un vero e proprio investimento per migliorare il bilancio di fine anno e sostenere le spese con pi・ criterio. Prova anche tu: scrivici subito per un preventivo personalizzato!

 

Trackback dal tuo sito.

WP ENERGY SRL